veeda-OE-ylang

Ylang Ylang

€17.85

Olio Essenziale di Ylang Ylang

Antisettico per tutte le pelli. Calmante delle irritazioni cutanee. Se aggiunto allo shampoo e al balsamo o diluito in olio vegetale stimola una ricrescita più rigogliosa dei capelli.

10 ml

COD: V131 Categoria:

Descrizione prodotto

Lo ylang ylang è una pianta di dimensioni imponenti che può raggiungere i 20 metri di altezza, viene però potata e mantenuta a 4 metri per facilitare il raccolto dei fiori. I fiori sono grandi, verdi e pelosi, hanno 6 petali ed il loro colore varia con il grado di maturità che raggiungono, da verde diventa giallo, gradatamente più carico. Questo è il momento balsamico di raccolta poiché coincide con il massimo contenuto in essenza. La pianta fiorisce per la prima volta all’età di un anno, ma i raccolti migliori si ottengono dopo 4-5 anni. A questa età una buona pianta può dare fino a 5 Kg di fiori, mentre una pianta di 10 anni arriva fino a 10-15 Kg. Il raccolto si effettua entro e non oltre le 9 del mattino, in quanto l’arrivo del sole causa un deterioramento della qualità del profumo. Il fiore viene distillato immediatamente sul posto.

La pianta dell’ylang ylang è originaria dell’Asia tropicale. Esistono due varietà della stessa specie che si differenziano per la pregiatezza del profumo: l’unona onoratissima che vive in Asia meridionale, India, Giava, Madagascar, Filippine e la cananga odorata che vive a Reunion, Mauritius, Malesia, Molucche, Giava e Guadalupa. Gli stessi paesi sono anche i produttori dell’essenza, in quanto va distillata sul posto.

L’olio essenziale di ylang ylang si estrae mediante distillazione in corrente di vapore, ad acqua o fuoco diretto, a seconda del paese produttore. I fiori ancora freschi devono essere distillati nel giro di poche ore, la distillazione non dura più di 24 ore. Entro la prima ora si distilla la qualità ”extra”, con una resa inferiore all’1%. Poi via via si producono le altre qualità, la I, la II e la III, le quali hanno una resa totale non superiore al 2%. Le varie qualità prodotte devono sottostare ai parametri fissati dal governo locale per potere essere classificate. In genere la ”extra” e la I vengono vendute per un uso in profumeria, data la loro nota fine e di classe, le altre due si impiegano in altri usi. Di fatto non cambiano di molto i costituenti funzionali, la vera differenza è nella raffinatezza del profumo e nella energia dell’azione.

L’olio essenziale è un liquido oleoso, limpido incolore o giallo-pallido, con odore intenso, balsamico e molto dolce.

Se ne consiglia la conservazione in bottiglie ben chiuse di vetro scuro, possibilmente arancio, da tenere in luogo fresco, al riparo dalla luce.

L’olio essenziale di ylang-ylang è soprattutto usato in campo profumiero, sia per la sua nota caratteristica che per la sua elevata capacità fissativa. Si impiega quindi in profumi di alta classe floreali ed esotici ed in eau de toilette. Ovviamente il suo utilizzo, dati i costi, viene differenziato a seconda delle qualità: la extra e la I per gli impieghi di cui sopra, mentre la II e la III si utilizzano in cosmesi e nella preparazione di saponi. Si usa anche nella preparazione di elisir, dentifrici, in miscela con altre essenze, nella preparazione di bevande e di dolci ad aroma fruttato.

Non è tossico, non irrita, ma sono possibili fenomeni di sensibilizzazione. A causa del suo aroma intenso può causare nausea e cefalea, usare quindi con moderazione.